PORTALE   FORUM   FAQ  
Iscriviti  Login
Indice Multimedia Musica e radio

Songwriters Nord America

Dischi, artisti, concerti, emittenti e programmi radio...

Songwriters Nord America

Messaggioda Giove » dom 3 apr 2016, 16:40

Negli anni '70, in U.S.A. e Canada, c'è stata una vera e propria esplosione di songwriters, uomini e donne.
Da James Taylor a Joni Mitchell, passando per Carole King, Laura Nyro, Randy Newman e Janis Ian.
Inizio con uno dei più sottovalutati: Todd Rundgren, con un pezzo del 1972, "Hello, It's Me", qui eseguito dal vivo nello show "The Midnight Special".
Avatar utente
Giove
Settantiano in prova
Settantiano in prova
 
Messaggi: 16
Iscritto il: ven 8 gen 2016, 23:45

da Sponsor Anni70 » dom 3 apr 2016, 16:55

Anni70.net - Che cosa vuoi di più dalla vita?

Sponsor Anni70
Settantiano supporter
 

Re: Songwriters Nord America

Messaggioda Supersonic » dom 3 apr 2016, 16:55

Bruce Cockburn (1945), cantautore e chitarrista canadese. Mi fu segnalato da un commilitone nel lontano 1979. Si leggeva spesso di lui sulle pagine della rivista musicale "Il Mucchio Selvaggio".

Avatar utente
Supersonic
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 3201
Iscritto il: mer 25 set 2013, 22:19

Re: Songwriters Nord America

Messaggioda barbatrucco » dom 3 apr 2016, 22:35

Il grande Jim Croce, portato via troppo presto da un incidente aereo nel 1973.

Resta di stucco, è un barbatrucco!
Avatar utente
barbatrucco
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 4398
Iscritto il: sab 28 set 2013, 15:32
Località: basso lazio

Re: Songwriters Nord America

Messaggioda hal9000 » mar 5 apr 2016, 13:33

Todd Rundgren fu anche il produttore di una meteora di talento praticamente sparito dalle scene
(ma vivo e vegeto) Meat Loaf, che in coppia con una splendida (anche come voce) Ellen Foley,
cantava Paradise by the Dashboard Light, una canzone a dir poco mitica.
Avatar utente
hal9000
Settantiano top
Settantiano top
 
Messaggi: 551
Iscritto il: lun 23 dic 2013, 21:09

Re: Songwriters Nord America

Messaggioda barbatrucco » mar 5 apr 2016, 14:33

Meteora relativa, non solo perché "Bat out of Hell", l'album del 1977 da cui è tratta "Paradise by the Dashboard", ebbe enorme successo, ma anche perché questo fu rinnovato con il seguito del 1993 "Bat Out of Hell II: Back into Hell", numero 1 in U.S.A., Gran Bretagna e Australia, e molto trasmesso anche da noi, specie la hit, numero 1 in 28 paesi, "I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That)".
Ci riprovò dieci anni fa con una terza parte, ma i pur ottimi riscontri iniziali non furono tali da ripetere il "botto". Non gli andò comunque male con "Dead Ringers" del 1981, numero 1 in Gran Bretagna, per non parlare di "Total Eclipse of the Heart", famosissimo duetto con Bonnie Tyler del 1983.
Poi qualche anno di minor fortuna, fino all'operazione vincente dei primi anni '90.

Riascoltiamo "Paradise by the Dashboard".

Ultima modifica di barbatrucco il mar 5 apr 2016, 22:15, modificato 1 volta in totale.
Resta di stucco, è un barbatrucco!
Avatar utente
barbatrucco
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 4398
Iscritto il: sab 28 set 2013, 15:32
Località: basso lazio

Re: Songwriters Nord America

Messaggioda Supersonic » mar 5 apr 2016, 18:03

Gordon Lightfoot (1938), un altro cantautore canadese dalla notevole discografia settantiana.



Avatar utente
Supersonic
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 3201
Iscritto il: mer 25 set 2013, 22:19

Re: Songwriters Nord America

Messaggioda lisa jean » mar 5 apr 2016, 18:57

Grande Gordon Lightfoot! La mia preferita (fra tante perle) è "If you could read my mind"
lisa jean
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 1681
Iscritto il: sab 21 mar 2015, 16:23

Re: Songwriters Nord America

Messaggioda lisa jean » gio 7 apr 2016, 7:48

Larry Santos, autore di molte canzoni durante i Sessanta e i Settanta, ma noto al grande pubblico per la splendida "We can't hide it anymore" (non scritta da lui, però), che cantò con la sua bella voce nel '75.
lisa jean
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 1681
Iscritto il: sab 21 mar 2015, 16:23

Re: Songwriters Nord America

Messaggioda lespaul » ven 8 apr 2016, 6:45

barbatrucco ha scritto:Meteora relativa, non solo perché "Bat out of Hell", l'album del 1977 da cui è tratta "Paradise by the Dashboard", ebbe enorme successo, ma anche perché questo fu rinnovato con il seguito del 1993 "Bat Out of Hell II: Back into Hell", numero 1 in U.S.A., Gran Bretagna e Australia, e molto trasmesso anche da noi, specie la hit, numero 1 in 28 paesi, "I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That)".
Ci riprovò dieci anni fa con una terza parte, ma i pur ottimi riscontri iniziali non furono tali da ripetere il "botto". Non gli andò comunque male con "Dead Ringers" del 1981, numero 1 in Gran Bretagna, per non parlare di "Total Eclipse of the Heart", famosissimo duetto con Bonnie Tyler del 1983.
Poi qualche anno di minor fortuna, fino all'operazione vincente dei primi anni '90.

Riascoltiamo "Paradise by the Dashboard".



Assolutamente d'accordo con barbatrucco. Meteora solo qui da noi perché nei paesi anglofoni il buon vecchio "polpettone" è una celebrità che si è data anche al cinema...Ed a proposito di Meat Loaf e di songwriter, come non citare l'immenso Jim Steinman, anche se di 70iano credo abbia solo la composizione del primo Bat Out of Hell, un capolavoro immenso, uno dei miei top album di sempre.
Quando faccio una cosa, mi piace farlO bene!
Avatar utente
lespaul
Settantiano guru
Settantiano guru
 
Messaggi: 1212
Iscritto il: gio 26 set 2013, 6:31
Località: Taverna dell'Angelo

Re: Songwriters Nord America

Messaggioda Supersonic » ven 8 apr 2016, 19:50

Tom Waits (1949), cantautore ed attore statunitense



Avatar utente
Supersonic
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 3201
Iscritto il: mer 25 set 2013, 22:19

Prossimo

Torna a Musica e radio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite