PORTALE   FORUM   FAQ  
Iscriviti  Login
Indice Televisione Altre discussioni sulla TV

Momenti di commozione

Argomenti generici relativi alla programmazione televisiva

Re: Momenti di commozione

Messaggioda galerius » mar 10 set 2019, 13:46

Già, un puro caso :D
Attento, Black Jack, perché adesso ti tingo...sarebbe "ti tengo", ma è per far rima con...GRINGO...!
------------------------------------------
Avatar utente
galerius
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 3858
Iscritto il: lun 21 ott 2013, 11:40
Località: Luserna San Giovanni - TO

da Sponsor Anni70 » mer 11 set 2019, 16:21

Anni70.net - Che cosa vuoi di più dalla vita?

Sponsor Anni70
Settantiano supporter
 

Re: Momenti di commozione

Messaggioda barbatrucco » mer 11 set 2019, 16:21

em_fischia

Comunque, rispondendo a Kento, non credo sia quello il film ricordato da Insight visto che c'erano le didascalie da film muto; poi "L'ultima neve..." era appena uscito, appunto, e non sarebbe mai passato in tv così presto a parte le anteprime su Prima Visione...
Resta di stucco, è un barbatrucco!
Avatar utente
barbatrucco
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 4379
Iscritto il: sab 28 set 2013, 15:32
Località: basso lazio

Re: Momenti di commozione

Messaggioda Insight » mer 11 set 2019, 16:36

Ma credo che KentoStraker non abbia voluto rispondere a me, ma ricordare un suo momento di commozione televisiva :)
"Lo stolto continua a parlare mentre gli strumenti dicono molto più di questo, stai tranquillo e ascolta quello che non puoi esprimere" (andromeda57)
_____
Anni 80? No, grazie
Insight
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 5348
Iscritto il: lun 4 nov 2013, 17:20

Re: Momenti di commozione

Messaggioda francilag67 » gio 3 ott 2019, 11:34

galerius ha scritto:Ma c'erano comunque casi in cui eventi tristi/tragici, pur ampiamente previsti, avevano un effetto devastante assicurato...nel caso citato de L'Albero di Natale, mettiamo...si sa benissimo come va a finire, eppure lacreme napulitane a gogo...

Io ricordo che questo film lo avevano proiettato a scuola in quarta elementare (quindi 1976/77), e venni a sapere che alcuni compagni lo avevano già visto in televisione … ed una compagna pensò subito di "spoilerarmi" (allora il termine non era in uso) che fine faceva il povero Marcel ... :( :( :(

Io cercai di non darle retta .. ma sulla scena finale, quando il padre trova il figlio morto sotto l'albero … giù le cascate del Niagara!! em_buu em_buu em_buu em_buu em_buu

Quanto piansi …

Un altro film che mi fece piangere e a cui associo un altro momento di maggiore commozione è "L'ultima neve di primavera " … anche lì ragazzino che muore per una grave malattia .. em_buu em_buu
"Ma tu sei ribelle!" "Perchè voglio il mondo in Elle!"
Avatar utente
francilag67
Settantiano top
Settantiano top
 
Messaggi: 303
Iscritto il: gio 17 mar 2016, 8:03
Località: Tirano (Sondrio)

Re: Momenti di commozione

Messaggioda galerius » gio 3 ott 2019, 16:45

Intanto, cara Franci...bentornata ! :)

L'Ultima Neve... non l'ho visto all'epoca - lo si sarebbe potuto vedere solo al cinema - e nemmeno dopo, per intero ( solo qualche sequenza tra cui, appunto quella tristissima del finale al luna park ).
Inevitabilmente non ha avuto l'impatto che forse avrebbe avuto se visto da preadolescente.

Riguardo a L'Albero... devo dire che a tutt'oggi per me resta il vero colpo basso del genere larmoyant.
Incompreso mi aveva toccato, sì, ma in un certo senso Andrea, lo sfortunato piccolo protagonista, per le sofferenze e le ingiustizie patite è già un piccolo adulto, un personaggio di notevole spessore psicologico.
Marcel invece è un bambino spensierato vittima di circostanze assurde, che muore facendo una cosa 'da bambino' come scartare i regali.
Per il primo sento solidarietà e anche rabbia per l'incompresione di cui è fatto oggetto, e questi sentimenti mettono un po' in secondo piano la commozione ; per il secondo no, è tristezza allo stato puro, concentrato, lacerante.
Attento, Black Jack, perché adesso ti tingo...sarebbe "ti tengo", ma è per far rima con...GRINGO...!
------------------------------------------
Avatar utente
galerius
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 3858
Iscritto il: lun 21 ott 2013, 11:40
Località: Luserna San Giovanni - TO

Re: Momenti di commozione

Messaggioda francilag67 » ven 4 ott 2019, 7:48

Grazie mille, Imperatore … ;) :) :)

Già, dimenticavo "INCOMPRESO" … anche quel film mi fece piangere, anche se lo vidi per la prima volta trasmesso in tv negli anni Ottanta. Nel libro il piccolo protagonista (che si chiama Humphrey e il fratellino Miles, nel film hanno ovviamente italianizzato i nomi e resi più semplici) resta paralizzato, mentre nel film ahimè muore… :( :(

Mi era odioso quel fratellino, che non veniva mai punito pur essendo spesso la causa scatenante dei guai in cui si andavano a cacciare i due, e così il padre rimproverava sempre Andrea e giustificava Milo, vedi episodio della ricerca del regalo per il padre a Firenze (dove era ambientato il film) e quello in cui Andrea vuole lavare la macchina, sempre per cercare di conquistarsi il suo affetto e la sua benevolenza. Ed invece arrivava sempre quel fratellino appiccicoso, piagnucoloso e rompiscatole a scombinargli i piani ! em_angry em_angry em_angry
"Ma tu sei ribelle!" "Perchè voglio il mondo in Elle!"
Avatar utente
francilag67
Settantiano top
Settantiano top
 
Messaggi: 303
Iscritto il: gio 17 mar 2016, 8:03
Località: Tirano (Sondrio)

Re: Momenti di commozione

Messaggioda Insight » ven 4 ott 2019, 9:23

Milo è ancora così piccolo che non si rende conto di nulla o quasi, salvo quando capisce da solo che la madre è morta...Per il resto è un tipico caso di irresponsabilità infantile; anche quando il fratello è in punto di morte, lui gli dà il bacio della buonanotte...

Bravissimo il regista a cogliere questi momenti, a penetrare così in profondità nel mondo dell'infanzia, a coglierne anche gli aspetti più amari e talvolta crudeli.
Peraltro, a mio parere, il padre dimostra di aver capito poco anche alla fine, quando se ne esce con una considerazione del tipo: "Oh, Andrea, perdonami, non avevo capito che il più fragile dei due eri tu...". Il che può anche essere, ma non mi pare che sia quello il problema...non è il problema di quale dei due figli sia il più fragile, visto che peraltro uno dei due è ancora così piccolo da non avere un carattere completamente definito...

Il vero problema, secondo me, è che il padre ha completamente dimenticato che Andrea era ancora un bambino e l'ha trattato da adulto solo perché era il maggiore dei due figli. I genitori, e gli adulti in genere, non sanno rapportarsi col mondo dei bambini, questo io credo che sia il messaggio di questo bellissimo film.
"Lo stolto continua a parlare mentre gli strumenti dicono molto più di questo, stai tranquillo e ascolta quello che non puoi esprimere" (andromeda57)
_____
Anni 80? No, grazie
Insight
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 5348
Iscritto il: lun 4 nov 2013, 17:20

Precedente

Torna a Altre discussioni sulla TV

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite